La ricetta per un MediaCenter (quasi) gratis

closeQuesto articolo è stato pubblicato 10 anni 4 mesi 27 giorni giorni fa quindi alcuni contenuti o informazioni presenti in esso potrebbero non essere più validi.

Innanzitutto… cosa è un MediaCenter? Questa è la risposta di Wikipedia. (perchè ripetere io un lavoro che è stato già fatto?).

Ingredienti

  • Un vecchio PC (non troppo, al massimo 5 anni fa circa) con uscita TV e sistema operativo Windows XP, una porta USB libera (va bene anche USB 1)
  • Cavo adattatore dall’uscita TV (all’epoca S-Video) ad un normale jack RCA
  • Una TV con ingresso composito o SCART (se la TV ha l’ingresso VGA avete risolto un enorme problema)
  • Cavo adattatore da RCA a SCART o una semplice prolunga RCA (per rispettare le regole, il cavo video ha i connettori gialli)
  • Un paio di semplici casse da PC (se il televisore che avete non è stereo)
  • Se collegate l’audio al televisore è necessario comprare un cavo che dal jack stereo esca con due RCA in modo da poter portare tutto su scart o sulle prese RCA sul televisore. Fate attenzione all’accoppiamoento RCA machio/femmina
  • Un telecomando MCE (attenzione al sistema operativo! ci ho messo 5 giorni di ricerche e di sostituzioni per trovare quello giusto. Normalmente quelli che sono certificati per Vista non funzioneranno mail su XP, ma è scritto solo all’interno della scatola… vedi nota al fondo)
  • Un deposito esterno con tutti i file che si vogliono vedere/ascoltare (normalmente i PC vecchi non hanno molto HD…) come un DH USB collegato ad un PC sempre acceso, un HD con interfaccia Ethenert o il fantastico Linksys NSLU2

Preparazione

  • Installare Widnows XP da zero.
  • Aggiornarlo facendo i soliti 4 giri di Windows Update
  • Scaricare dal sito Microsoft i PowerToys (TweakUI)
  • Abilitare l’ibernazione (dovete avere spazio libero su HD pari alla RAM installata)
  • Installare i codec DivX e Xvid
  • Installare Media Portal
  • Collegare il ricevitore del telecomando MCE
  • Configurare il telecomando in Media Portal
  • Verificare l’accesso alla risorsa condivisa per il file multimediali
  • Creare un utente sul dispositivo che condivide i media e ricordatevi la passwrd
  • Condividete le cartelle, in sola lettura, per l’utente che avete creato prima
  • Avviare il PC MCE con lo stesso utente e password (createlo prima…)
  • Con i TweakUI abilitare il logon automatico (Logon/Autologon/Spuntare la voce Log On automatically… ed inserire user e password)
  • In Media Portal, come fonte dei file multimediali inserite “\\[IP del dispositivo che condivide\[nomecartella]
  • Nella configurazione principale di Media Portal impostare l’avvio al boot
  • Disattivare ogni tipo di screensavere e risparmio energetico in Indows XP
  • A questo punto è necessario iniziare a pacioccare con la configurazione video per fare in modo che all’accensione il segnale sia rediretto sul televisore. Io, dopo un po’ di tentativi, sono arrivato a questa specie di procedura (forse perchè i drivers non sono proprio nuovi…):
  • Accendere il PC senza TV collegata
  • Quando Windows è operativo attaccare la TV e abilitarla
  • Impostare la risoluzione corretta
  • Impostare come schermo primario la TV
  • Aq uesto punto, quando il PC viene riacceso è necessario che la TV sia già collegata ed accesa, in questo modo la configurazione resterà quella appena impostata
  • Per una maggiore velocità all’accensione, quando spegnate il PC selezionate l’opzione “Hybernate”
  • Se volete utilizzare lo stanby sappiate che il PC si accenderà alla pressione del tasto Power sul telecomando, ma si spreca un po’ di energia per tenere il PC in standby

Domande e risposte:

D: Perché non ho usato uno di quei dischi multimediali?
R: E’ una buona domanda, ma la TV è troppo lontana per un cavo USB, gli HD multimediali wifi sono troppo cari, quelli su Ethernet non vanno bene perché la sala non è cablata.

D: Ma è così difficile a trovare un telecomando MCE?
R: Per Windows XP sì! Per alcuni buoni motivi:

  1. Sui telecomandi non è scritto chiaramente “NON funziona su XP”, lo si trova scritto all’interno della confezione oppure su internet. Assicuratevi che ci sia il logo di XP e che il negozio dove lo prendere accetti il reso. Il test per la funzionalità è semplice: quando attaccate alla porta USB il ricevitore infrarosso, se non è riconosciuto dal PC restituite il teleocmando
  2. Se andate a cercare nei negozi non fatevi buggerare comprando lo splendido telecomando della Logitech, non serve spendere 200€ (un HD multimediale da 500GB costa 150€). Inoltre non cercateli nel settore telecomandi, ma nel settore schede TV.

Io ho preso questo (quale? link troppo vecchio) da PC City di Collegno (TO) a 24€. Atrnezione, deve essere quello grigio e non quello nero

D: ma se il PC ha già un suo riceviutore IR?
R: io non ci sono riuscito. Ho provato a far comunicare la porta IR con un vecchio teleocmando di una scheda audio della Creative USB, ma non c’è stao nulla da fare. Media Portal non ne voleva sapere di riconoscerlo

D: se il PC è un portatile posso tenerlo completamente chiuso?
R: Per cosa sono riuscito a fare io… no! Innanzitutto perché il pulsante di accensione del PC è ovviamente raggiungibile solo a PC aperto, poi perchè anche se dite ad XP di non fare nulla se il PC è chiuso e se avete fatto al stessa cosa sul BIOS quanto chiuderete il PC tutto l’accrocchio con il segnale alla scheda TV va a farsi benedire… Devo trovare il “pirulo” che intercetta la chiusura dello schermo e “disattivarlo fisicamente”, ma ancora non l’ho trovato

D: Se il PC è in WiFi riesco lo stesso a vedere i film?
R: Sì, io ho una scheda WiFi a 54Mbps che parla con il mio router FON e tutto va alla perfezione, tra l’altro sono in due stanze agli estremi opposti della casa.

Nota importante, da leggere prima di commentare

Questo è un blog scritto per passione, non fornisco quindi risposte di tipo professionale, se avete bisogno di un aiuto tecnico rivolgetevi ad un professionista di fiducia, non offendetevi se mi astengo dal rispondere. Vi ringrazio per la comprensione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.