Passare a Kena Mobile

closeQuesto articolo è stato pubblicato 1 anno 6 mesi 17 giorni giorni fa quindi alcuni contenuti o informazioni presenti in esso potrebbero non essere più validi.

Sperimento spesso nuove tecnologie e servizi, a volte per sfizio, altre per necessità. Questa volta è per ripicca. Cliente di Tre per la telefonia mobile, mi sono “risentito” del rialzo della mia tariffa da 1,50€ a settimana a 10,99€ ogni 4 settimane. Il momento di andarsere era giusto, ho scoperto il nuovo operatore low-cost di TIM e ho pensato “perché no?”.

Ho raccolto un’offerta che ho visto alle 23:40 e che scadeva alle 00:00, e di istinto l’ho sottoscritta. 5,00€ al mese solare per avere 600 minuti di conversazione e 6GB di traffico dati, compreso il thetering (= usare il telefono per far accedere a Internet un altro dispositivo).

Ma chi è Kena Mobile? E’ un operatore virtuale che quindi si appoggia alle antenne di uno dei 3 gestori “reali”, si appoggia alla rete TIM ed è una società di proprietà di TIM (Noverca vi ricorda qualcosa?). E’ un operatore low-cost, quindi da qualche parte deve tagliare, per costare poco. Questi i limiti chiari a tutti:

  • Pochi negozi, si fa tutto online (non è drammatico)
  • Solo rete 2G e 3G (non 4G)
  • Non c’è la ricarica via internet banking/bancomat o al supermercato, c’è solo Carta di Credito, Paypal o negozi Lottomatica
  • Non ha app per la gestione del proprio conto (ma il sito mobile funziona discretamente)

Ho ordinato la SIM dal sito, ho compilato tutti moduli e contratti e dopo un giorno mi hanno chiamato per la consegna della SIM. Ci sono alcuni vincoli per la consegna che potrebbero essere problematici.

  • Il corriere consegna in una giornata comunicata 1-2gg prima, ma non c’è la fascia oraria
  • Alla consegna dovete esserci voi di persona per far vedere il documento, firmare in 5 posti e consegnare al corriere una fotocopia del documento stesso.

Io l’ho fatto consegnare in ufficio, ma non tutti hanno la possibilità di farlo, potrebbe essere un limite.

Alla consegna il modulo della privacy era spuntata l’accettazione della pubblicità interna di Kena, anche se all’atto della registrazione sono sicuro di aver spuntato la voce “No”, ho comunque corretto sul modulo.

La SIM è una multi-standard, quindi entra in qualsiasi dispositivo.

Dopo l’attivazione ho potuto finalmente provare per davvero questo nuovo operatore. Innanzitutto deve essere chiaro, e per me è stata una sorpresa un po’ amara, che la rete 3G comprende anche la 2G e l’HSDPA/EDGE (2.5G). Mi è capitato sovente di leggere “E” al posto di “3G” sul cellulare. Questo è un ritorno al modem a 56K ed è problematico anche solo per postare una foto su Twitter. Tre non ha rete inferiore al 3G, quindi erano anni che non ricordavo cosa fosse la lentezza sul telefono. Sul telefono del lavoro, in contemporanea alla mia “E” avevo spesso il 4G di TIM. Sono stato anche fuori città e molto spesso, rispetto a Tre che era completamente assente, io avevo la “E”, idem nei luoghi chiusi come i supermercati. Insomma, meglio poca connettività che proprio nulla.

In breve: se con il telefono guardate e mandate molto multimedia, ecco, Kena potrebbe non fare al caso vostro almeno in alcune zone.

Ho avuto a che fare con il call-center, perché mi hanno sbagliato la tariffa (come iniziare bene). La selezione è semplice: si preme 0 e si parla con l’operatore, 5 minuti e il problema è stato risolto. Per le richieste inviate via Twitter in 2 giorni mi hanno richiamato chiarendo ogni mio dubbio e domanda. Non da poco, gli operatori sono tutti Italiani quindi non ci sono problemi di incomprensione.

La tariffa è davvero a 30gg, quindi se inizia il 22/05, finisce il 21/06.

Non c’è l’app, il sito ha una comoda pagina personale con tutte le informazioni relative al proprio piano, le opzioni attivabili, la ricarica e i consumi. Ho salvato il link alla pagina sul telefono e tutto va, ma non è comodo come un’app. Soprattutto, se avete esaurito il credito, per poter accedere al sito e ricaricare, dovete attivare Internet a consumo (che costa 0,5€ per 50MB “consecutivi”.

Il servizio che ti avvisa con un SMS quando si è persa una chiamata è gratuito (almeno al momento), idem la segreteria, la cui consultazione consuma i minuti del proprio piano. I due servizi sono disattivi di default e possono essere attivati dalla propria pagina. Non possono essere attivati contemporaneamente.

La tariffa base, senza offerte attive è un po’ cara, ma le offerte sono molto concorrenziali. La promozione di cui ho usufruito ha 600 minuti di conversazione in Italia e 6GB di traffico, SMS esclusi, fatturati a 0,25€/cad (carissimi). Spendo 5€ al mese.

L’attivazione di tutto ha un costo di 20€ (5€ di SIM, 9€ di attivazione piano, primo mese a 4,99€ e 1,01€ di credito rimanente)

Se si finisce il bundle di dati per la navigazione, questa viene interrotta, la si può riattivare mandando un SMS. La tariffazione base è di 0,50€/50MB, oppure si può attivare l’opzione di 1GB aggiuntivo al mese per 4€.

In caso di credito insufficiente la promozione viene interrotta, videne riattivata alla ricarica, basta che questa venga fatta entro 90gg dalla scadenza, in caso contrario l’offerta decade e deve essere nuovamente corrisposto il costo di attivazione.

Ultima nota molto importante: se volete ricaricare in contanti, c’è solo un modo per farlo: recarsi in un punto Lottomatica, chiedere di fare la ricarica, pagare, ottenere il codice e inserirlo nella pagina web. Se regalate la SIM a vostra nonna, ricordatevi che dovrete sempre ricaricargliela voi (a meno che non abbiate una nonna molto smart).

Nota: tutte le tariffe sono quelle in vigore alla stesura del post, vi conviene andare a controllare sempre prima di attivare la SIM.

4 pensieri riguardo “Passare a Kena Mobile”

  1. Interessante. Peccato che non funzioni in 4G, alla fine per gli operatori dovrebbe essere più economico coprire vaste aree o aumentare la capacità su 4G che 3G, ma probabilmente vogliono evitare migrazioni di massa da TIM e spremere ancora un po’ la rete 3G visto che è già lì.

    Però nota che EDGE è un’evoluzione di GPRS, che usa la rete GSM cioè 2G, quindi è corretto chiamarlo 2.5G, mentre HSDPA (D per Download, c’è anche HSUPA e di solito viaggiano in coppia) è un’evoluzione di UMTS (3G), quindi al massimo è 3.5G, non 2.5G!

  2. Grazie del commento e della specifica sugli acronimi (lavorando nel settore tecnico alcuni me li scordo continuamente)!
    E’ una cosa commerciale: spendi meno e ti rallento, alla fine a me va bene così, guardassi film in streaming la cosa sarebbe diversa 🙂

  3. Ciao Luciano, è una normale SIM, quindi credo che funzionerà su qualsiasi telefono commercializzato in Italia. L’ho provata su due smartphone senza problemi, ma non ho un telefono solo GSM sul quale fare il test.
    Al call-center di kena e su Twitter sono sempre molto gentili, puoi provare a chiedere lì per avere la certezza

Nota importante, da leggere prima di commentare

Questo è un blog scritto per passione, non fornisco quindi risposte di tipo professionale, se avete bisogno di un aiuto tecnico rivolgetevi ad un professionista di fiducia, non offendetevi se mi astengo dal rispondere. Vi ringrazio per la comprensione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.