Il citofono evoluto

closeQuesto articolo è stato pubblicato 1 anno 2 mesi 9 giorni giorni fa quindi alcuni contenuti o informazioni presenti in esso potrebbero non essere più validi.

Attenzione! Lavorare con la corrente è pericoloso! Se non sai dove mettere le mani fai fare il lavoro a un professionista, io non sono responsabile se ti fai male.

Erano anni che volevo farmi un sistema un po’ smart per la gestione del citofono di casa, essenzialmente volevo queste funzionalità:

  • Aprire il portone con un pulsante senza chiave, anche da fuori casa
  • Avere la notifica del suono del campanello sul telefono, anche da fuori casa
  • Poter disattivare l’orrendo suono del citofono in casa, una volta attivata la notifica sul telefono

In commercio non ho mai trovato nulla che facesse al caso mio e, mettermi a giocare con i fili del citofono condominiale, per mio conto l’ho sempre visto come problematico, soprattutto con il rischio di fare danni all’impianto del condominio.

A casa nuova però ho chiesto all’elettricista di lasciare una cassetta di derivazione vuota con una canalina diretta dal citofono e una coppia di fili con la 220V, che non si sa mai

La settimana scorsa ci ha pensato Amazon con il suo sistema Ring, presentando il modello “intercom“.

Il sistema è compatibile con centinaia di citofoni, si incolla al muro o si fissa con due tasselli e si installa seguendo la guida all’interno dell’app, che, a seconda del citofono, ti dice dove mettere i vari fili. Nulla di terribilmente difficile. La guida di installazione è SOLO nell’app, non la si trova da nessun’altra parte, scelta strana.

Una volta installato, queste sono le funzionalità:

  • Funziona a batteria (facilmente estraibile, ricaricabile con una microUSB, dovrebbe durare qualche mese)
  • Quando qualcuno suona il campanello arriva una notifica sull’app del telefono
  • Dal telefono si può rispondere al citofono tipo una telefonata, anche se non si è in casa (è una figata pazzesca!)
  • Si può ovviamente aprire il portone, sia a seguito di qualcuno che suona, sia di propria volontà (sto tornando a casa, ho il telefono in mano, apro l’app, apro il portone ed entro senza tirare fuori le chiavi)
  • Si può delegare l’apertura del portone a terzi, anche solo per un certo periodo
  • Si integra con Amazon Alexa (ma per aprire con comando vocale ci va un codice e l’operazione diventa molto lenta)
  • Si può decidere di permettere l’apertura automatica al corriere Amazon quando consegna, ma questa cosa è estesa a tutte le consegne Amazon al proprio civico, io non l’ho attivata.

Manca una funzionalità che a me serviva: la disattivazione della suoneria del citofono quando qualcuno schiaccia il bottone sulla pulsantiera in strada. Il suono del citofono attiva i gatti. Durante la giornata suona il postino, quello dell’agenzia immobiliare che ancora non ha imparato che non so se qualcuno vuole vendere, i testimoni di Geova, quelli della raccolta della carta, quelli dei contratti elettrici truffa e decine di altre persone. E i gatti non dormono mai.

Così mi sono armato di pazienza e ho studiato un po’. Ho preso dal mio cassetto dei dispositivi mai utilizzati uno Shelly 1, un relè WiFi, e l’ho collegato al filo che arriva dal pulsante del campanello, in questo modo

Per sapere quale è il filo di arrivo del campanello cercate le caratteristiche del vostro citofono, troverete l’arrivo del segnale del pulsante e uno dei fili che avete installato del sistema Ring. (credeteci o no, non ho trovato gli schemi di niente di quello che riguarda Ring Intercom su Internet).

Staccateli dal citofono e collegateli insieme in un morsetto.

Se potete fare un test, quando suonate il campanello vi arriverà la notifica sull’app, ma il citofono non suonerà.

Lavorando con la 220V staccata collegate lo Shelly 1 alla 220V e configuratelo sull’app. Volendo potete anche configurarlo in Home Assistant.

Collegate ora un filo al morsetto e collegatelo a uno dei contatti puliti dello Shelly 1.

Collegate un secondo filo dal secondo contatto pulito al citofono, da dove avete staccato i due fili di prima, quelli che avete collegato al morsetto.

Adesso, quando lo Shelly 1 è su OFF, quando qualcuno suona, la notifica arriverà solo alle app, quando lo Shelly è su ON, quando qualcuno suona, suonerà anche il citofono.

Se lo avete configurato in Home Assistant, potete anche pianificare orari di ON e OFF e la cosa diventa subito più interessante.

La lista della spesa:

  • Amazon Ring Intercom
  • Shelly 1 (Su Shelly Cloud o su Amazon)
  • Morsetto a tre vie
  • Una coppia di fili per bassa tensione (io ho usato un filo ethernet e ho sfruttato due coppie) Non vi metto il link, spero abbiate qualcosa a casa, farvi comprare una matassa da 30m per 2m mi pare insulso
  • Fili e morsetti 220V, se necessari (occhio a toccare fili con la 220V!)

Ciao! Grazie per aver letto questo post!
Se vuoi rimanere in contatto con me e commentarlo, mi trovi in giro per Internet, seguendo questi link:
– Il canale Telegram dedicato ai commenti “Le Cose
– Sul mio podcast Pillole di Bit e relativo gruppo Telegram
Twitter (se non chiude) e Mastodon

4 pensieri riguardo “Il citofono evoluto”

  1. In realtà è una guida molto parziale, i citofoni sono molto diversi, se hai per dire un due fili o un due fili + la suoneria non è disattivabile. Dipende appunto dal tuo sistema

  2. In commercio ci sono milioni di citofoni e impianti. Devi vedere come è fatto il tuo, cercare gli schemi e capire se è fattibile. Neanche Ring è compatibile con tutti i citofoni.
    Non è molto parziale, vale per i citofoni che hanno il filo dove arriva il campanello.

  3. In realtà la suoneria può essere sempre eliminata: basta collegare un relè (wi-fi o meno) tra il cicalino o altoparlante del citofono e la sua alimentazione

Nota importante, da leggere prima di commentare

Questo è un blog scritto per passione, non fornisco quindi risposte di tipo professionale, se avete bisogno di un aiuto tecnico rivolgetevi ad un professionista di fiducia, non offendetevi se mi astengo dal rispondere. Vi ringrazio per la comprensione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.