ma… Vista?

Chiedo perdono per la lunga attesa, ma non ho avuto molti spunti che mi “invitassero” a scrivere un articolo…

Ci pensavo l’altro giorno in treno: tutti parlano male di Windows Vista (o almeno sono quelli che ho sentito io); lo uso al lavoro in accoppiata con Office 2007 e ho pensato di scrivere quello che in questo nuovo sistema mi piace.

Innanzitutto, anche se poco utile, l’interfaccia Aero non è malvagia, è veramente molto comodo che quando passi col mouse su una finestra ridotta ad icona hai una miniatura della finestra stessa (la miniatura riproduce la finestra in tempo reale, durante la copia, ad esempio, si vede l’animazione). Il decantato switch tra finestre in 3D non l’ho mai usato. In generale l’interfaccia e azzeccata, peccato per l’assorbimento di risorse.
Le icone: rappresentano veramente il file e non l’icona del programma che lo apre. Le cartelle rappresentano cosa c’è dentro (altre cartelle, documenti, immagini) infilando delle miniature all’interno della cartella stessa.

Explorer: la ricerca all’interno della cartella è stracomoda. In una cartella con milioni di file, scrivo quello che voglio ed è subito lì. La uso spessissimo. In risorse del computer le icone dei dischi hanno un grafichino che indica lo spazio occupato, anche nelle unità di rete.
Se si vuole rinominare un file premendo F2 viene selezionato il file e non l’estensione, così non si deve modificare la selezione ogni volta (sì uso le estensioni visibili e non mi sogno di tornare indietro).
Aprire una cartella e poi tornare indietro? Finalmente, quando si torna indietro, è selezionata la cartella da cui si arriva e non la prima! (avete idea navigare in alberi con decine e decine di sottocartelle?)
Durante la copia viene, finalmente, indicata la velocità di trasferimento.
Il menu start: è comodo comodo comodo, un passo in avanti significativo.

Lo UAC (si scrive così?): insomma quello che chiede l’autorizzazione per operazioni potenzialmente pericolose sul sistema. Nella fase di configurazione del PC l’ho odiato, ma adesso, con l’utilizzo normale, non rompe più le scatole. Per un utente poco smaliziato è comunque un allarme ben visibile (se hai fatto click su un banner e ti chiedono la password di amministrazione… forse c’è qualcosa che non va).

La barra laterale: ho sostituito Samurize! Ora e calendario sempre disponibili.
Office 2003: dopo un attimo (2 settimane) di smarrimento a causa della scomparsa dei menu, sostituiti dall’enorme barra dei pulsanti riesco a lavorare abbastanza bene. Ho usato Word ed Excel, nulla di sofisticato, mi dedicherò ad Access quanto prima per capirne le differenze.

Concludendo, mi sono accorto che un sacco di belle funzioni di Vista sono presenti in Linux da mo (classica espressione della provincia di Bolzano…). Alla fine, a livello di interfaccia le funzioni sono simili.

Io voglio passare a Linux, ma sono dipendente di alcuni applicatici che sul sistema del pinguino non ci sono oppure sono molto, troppo complessi da usare…

Passo e chiudo! Buona serata e buon caldo a tutti!

Podcast chiama Podcast

Versione 3.0, Firefox se n’è mangiate 2 a causa di “connessione annullata”… grrr…

Mi sto appassionando ai podcast. Ho inizianto con Tecnica Arcana, podcast tecnologico (già da me citato più volte) tenuto dal bravissimo Carlo. Sono un po’ indietro con gli episodi in quanto sto ascoltando i primi, datati 2006. E’ divertente ed interessante sentire le previsioni dell’anno scorso e confrontarle con la realtà. Nell’aggregatore RSS di Thunderbird c’erano troppi episodi in grassetto (= non letti), li ho quindi scaricati tutti e masterizzati su un CD che ascolto in auto. Da ogni puntata saltano fuori link a siti e ad altri podcast interessanti.
Ho recentemente scoperto il podcast RockCast Italia tenuto dal Dok, ogni puntata ha almeno 3 o 4 belle canzoni rock con licenza Creative Commons (alla faccia delle case discografiche). Bene, nell’ultima puntata è stato segnalato il link a Faucet, il podcast personalizzable. E’ molto semplice: ci si registra e si sottoscrive nel proprio aggregatore preferito. Poi si schedulano le regitrazioni da radio o tv e puntualmente nel proprio aggregatore ecco comparire i file con le registrazioni. Una valida e semplice alternativa al videoregistratore o alla cassetta nella radio. Le registrazioni possono essere impostate anche con ripetizioni giornaliere o settimanali.
Lo trovo geniale! Per ora è in fase beta ed è gratuito, chissà come evolverà la faccenda. Ho paura che poi ci sarà una qualche tariffa.

Una nota: ora uso Juice come aggregatore per i Podcast. E’ decisamente più comodo di Thunderbird, scarica in auomatico le nuove puntate. E’ necessario però tenere d’occhio lo spazio occupato su disco

Un’altra nota: Ma quando lo trovo il tempo di ascoltare tutte queste cose interessanti?

I cartelli

Ho il telefono con la fotocamera e la uso molto di rado. Però quando vedo alcune “chicche”… sono contento di poter fare le foto…

cartaigienica.jpg

I limiti di velocità assurdi

In tangenziale, si sa, il limite è di 130Km/h. La tangenziale di Torino ha 3 corsie con corsia di emergenza sulla maggior parte del suo percorso, per un breve tratto la corsia di emergenza manca.

Questa è la situazione normale:
Tangeziale
Bene, l’uscita di Corso Regina Margherita è stata rifatta: 3 corsie e corsia di emergenza, come nella foto qui sotto
Uscita
Ora è necessario notare il cartello del limite di velocità… io ci ho provato, di notte, senza traffico: a 40 all’ora in un posto simile è rischioso, chi esce a 130 ti viene addosso. Non è possibile andare a 40 in un posto simile!
Un ottimo posto per velox e sospensione di patenti… sembra fatto apposta!

Madrid

Bene, tornato dal viaggetto di quattro giorni scarsi (già i giorni erano pochi e la Iberia ha pensato di farci tardare di quasi 3 ore la partenza…) ed eccomi per un mini-resoconto della vacanza.

Prosegui, se sei interessato

Leggi tutto “Madrid”

Sono a Madrid!

Ci si rilegge dopo il 25/04!

E due!

Crash

E così sono senza moto per almeno un mese! Sono arrabbiatissimo (ma non mi sono fatto niente per fortuna)

Heaven can wait!

Prima cosa… Buona Pasqua ai miei lettori!

Poi il post… girovagando per internet sono incappato in questo sito, alcune filmati sono decisamente crudi e con “finali” spiacevoli. Ho trovato però una specie di “pubblicità progresso” molto interessante:

Attenzione alla segreteria!

Mi è appena arrivato un sms con mittente +#1234:

inSEGRETERIA ci sono messaggi per te. Chiama da fisso al 899……, info e costi inSEGRETERIA.BIZ

A parte il fatto che è assolutamente spam al cellulare… se vi arriva NON CHIAMATE il numero indicato! Sono stato sul sito e c’è scritto che la tariffa è “una tantim” 12,50€! “Una tantum” vuol dire “Scatto alla risposta”!

Attenzione! NON è la vostra segreteria del cellulare!

Errori buffi

Palmare nuovo di pacca (DELL Axim), ho appena fatto un po’ di prove con l’antenna GPS bluetooth che ho spento poco fa. “Bling!” un messaggio sul palmare. Eccolo qui sotto

Errore GPS

Allora ho cercato il programma per fare gli screenshot del palmare per poterlo riportare sul blog.

Insomma… mi ha fatto divertire!

ER finale

…alla romanesca, o inteso come ultima puntata di ER. Se seguite la serie e non l’avete vista ieri, non andate avanti nella lettura che è meglio.

Leggi tutto “ER finale”

Ladri per legge

L’altro giorno ho letto un post di Andrea Carlo e mi sono, come dire, irritato moltissimo (non per colpa di Andrea Carlo, ma per il contenuto del post). Ho lasciato passare qualche giorno e l’irritazione non è diminuita. Perchè? Semplice: leggete un pezzo di un’intervista fatta ad Assumma (presidente SIAE):

Cosa pensa della proposta di tassare anche gli abbonamenti a internet, partendo dal presupposto che sul web viaggiano comunque materiali protetti da copyright?
Ci stiamo studiando, la nostra vocazione è far pagare più soldi possibile, siamo valutando tutti i mezzi per incassare di più, ma dobbiamo anche pensare alla cultura, quindi vogliamo lasciare degli spazi di movimento.

Ahhhh!!!!! …stop… non dico più nulla…

Qui sotto l’intervista per esteso, copiata/incollata da La Stampa

Leggi tutto “Ladri per legge”

Attaccamento al lavoro

Utente: “Non parte più Windows…
Francesco: “Non è un buon segno, a quando risale il tuo ultimo backup?
Utente: [pausa, espressione preoccupata, poi si rasserena] “Non c’è problema, ci sono solo file di lavoro!

Internet gratis

Prima di tutto: il titolo è una provocazione. Attaccarsi alle reti altrui è reato!

Ieri ho fatto un giretto per Torino (Corso Francia, Via Pietro Cossa; circa 12km) e avevo il portatile con la scheda wireless attiva. Procedendo ad una velocità “da crociera cittadina” la mia scheda di rete senza fili ha trovato la bellezza di 162 (centosessantadue) reti visibili!

  • 47 reti senza chiave di protezione
  • nessuna rete con chiave di protezione WEP
  • una sola rete FON

Nei prossimi giorni, tempo permettendo, tiro giù poche facili regole per evitare che la gente per strada possa collegarsi alla vostra rete wireless per navigare su internet e scaricarsi la posta…

Puliamo il desktop?

Quando il troppo… è troppo poco! Ho installato un PC con Windows XP, l’ho messo in dominio ed ecco, dopo il logon, iol messaggio che compare in basso a destra.

Pulitura Desktop

Che icona posso togliere, visto che il cestino non si può togliere se non con software optional?

Software da panico

Questo è il testo di una finestra che sia pre in TrueCrypt quando si preme il pulsantino “What is an hidden volume?

TrueCrypt

ehm…

Font

Si sa che quando ci si trova a dover scrivere un biglietto, un invito o una cosa del genere non si trova mai il font adatto (quelli standard di Windows sono davvero pochi e troppo standard). Se siete in questa situazione potete cercare in questo enorme archivio. L'unico problema è che perderete un sacco di ore a guardarli tutti…

La cartella condivisa nascosta

Chiunque abbia lavorato in una rete costituita da PC con sistemi operativi Windows avrà notato che sfogliando le risorse di rete si possono vedere tutti i pc accesi e connessi con tutte le loro condivisioni. C’è però un modo per nascondere alla vista di tutti un pc o una cartella condivisa: è sufficiente mettere al fondo del nome del PC o del nome della condivisione il carattere “$” (senza virgolette ovviamente). In questo modo l’unico modo per accedere alla condivisione è aprire il menu Start, selezionare la voce Esegui e scrivere “\\[nome_del_pc]\[nome_della_condivisione]” (senza virgolette), e poi cliccare sul pulsante Ok o premere il tasto INVIO

Se sfogliate la rete con un PC Linux le cartelle con il “$” al fondo saranno tutte visibili, in ogni caso.