La stastiera è difettosa

Un utente oggi ha lasciato questo messaggio sul nostro sistema di gestione chiamate:

Bungirn, la tastiera del mi Pc nn ne vule sapere (cme ptete leggere) di scrivere la lettera “. H prvat a tgliere il tast, pulire…ma niente da fare. Ptete fare qualcsa? P.S: nelle mails inviate a clienti/esterni dev fare cpia e inclla per nn apparire analfabeta! Grazie mlte

Credo di aver riso per un quarto d’ora di fila…

Eppi birdai tu iuuu!

Tetris
Tetris

Nel 1985 nasceva IL videogioco, nessun gioco è mai stato meglio (almeno per me). Grafica semplice, meccanismo ancora più semplice e difficoltà che da facilissima arriva ad impossibile.

Sto parlando di Tetris, nato da quel genio di Aleksej Pazitnov.

Buon compleanno al videogioco che ho utilizzato su tutte le piattaforma informatiche con cui ho avuto a che fare (Da Win 3.1 a WIn Vista, Game Boy, Nintendo DS, Linux, iPod, …)

Quando la sfiga si mette in mezzo…

Settimana corta, oggi è venerdì e non sembra, ma io sono convinto di aver lavorato tutti e cinque i giorni. Dormo poco e male, forse il caldo o forse le troppe cose per la testa, dopotutto ho un esame tra un mese e il libro è ancora sulla mensola, chiuso.

Arrivo al lavoro, in auto perchè il tempo è brutto, alle 7.30, come al solito. Le porte che si aprono con i badge a prossimità non funzionano e siamo chiusi fuori, in più la centralina dell’antincendio fischia in modo anomalo. Faccio il giro dello stabilimento ed entro dal magazzino, in modo da aggirare l’accesso che non funziona. Qualcosa non va. Mentre percorro lo stabilimento per andare ad aprire ai colleghi accendo il telefono. Bling! una mail. Sarà quella dei backup terminati. Bling! An’altra mail. Sarà quella del server che si riavvia tutte le notti. Bling! Ancora? Bling! Bling! Bling! No, qualcosa non va. Leggi tutto “Quando la sfiga si mette in mezzo…”

Questa installazione non s’ha da fare

Ho scaricato l’immagine ISO della versione RC di Windows 7 con l’intenzione di installarla e provarla.

  • Setup su VMware ESXi: si pianta tutto dopo aver installato i VMware Tools
  • Ripristino di Wndows: Fallito. Macchina virtuale debellata
  • Secondo setup su ESXi, sperando nella fortuna: Macchina vituale debellata
  • Installato Virtual BOX sul mio PC, assegno 512MB di RAM alla macchina virtuale e tutto si pianta perchè non c’è RAM a sufficienza (il mio povero PC ha 1GB di RAM)
  • Abbasso la RAM, non si installa perchè ce n’è meno di 512MB (quantità minima per Windows 7)
  • Recupero un vecchio PC per passare ad un setup fisico, ma prima devo masterizzare il DVD. Il mio masterizzatore non masterizza i DVD (me ne sono accorto adesso…). Lo faccio masterizzare ad un altro
  • Avvio il vecchio desktop e il lettore DVD non apre il cassetto
  • Chiamo il supporto e la garanzia è scaduta ieri

Mi arrendo? No!

Multitasking

Le attività contemporanee di oggi:

  • Cercare di risolvere un malefico problema sulla navigazione impossibile, mentre si scaricano i file
  • Configurare un PC nuovo nuovo
  • Cercare di capire perchè su un portatile i servizi di rete non partono
  • Togliere un sacchetto pieno di virus dal PC del fratello

Basta?

La sfortuna del sistemista

146_hd-crash150150 Buon Natale e tutti! Posso anticiparvi cosa mi ha portato Babbo Natale come regalo, persino con un giorno di anticipo: si è scassato, stamattina, uno dei dischi della SAN… sono felice (non è vero, sono in*****to come una bestia)!

ma quanto è figo VMware?

Bello, bellissimo, spettacolare!

Gli Access Point WiFi

Mi astengo dal riporoporre le migliaia di parole che si dicono sul WiFi (reti senza fili), ma mi permetto di indicarvi l’agonia alla nascita di un Access Point WiFi della D-Link.

Il dispositivo in questione è il DAP-1160, un semplice scatolotto con 2 prese ethernet e un’antennino. Il suo compito doveva essere molto semplice: sostituire il povero router FON che mi pare decisamente morto, dopo troppo poco tempo di vita.

Perchè ho scelto D-Link? Era quello che costava di meno sulli scaffali del supermercato. Non l’ho sentito bene il sussurro delle scatole della Linksys che mi dicevano “prendi me…“, peccato. Leggi tutto “Gli Access Point WiFi”

Il lavoro del sistemista

Punto Informatico ha pubblicato oggi un articolo un decisamente realistico sul tipo di lavoro svolto da un sistemista. Lo link non perchè penso che il lavoro sia terribile (a me piace, anche se pesante), ma perchè coglie in pieno le attività che ci sarebbero da fare. Non sono superman o Mandrake vestito da Uomo Ragno, come si dice nell’articolo, e non faccio tutte le attività menzionate; però… diciamo che ci ha preso!

Linux Day 2008

Sabato il Linux Day, domenica il Podcast Day, un sacco di eventi in questo fine settimana!

E’ la prima volta che partecipo al Linux Day e devo dire che sono rimasto basito dalla quantità di gente che ha partecipato, le sale della cascina che ha ospitato l’evento erano stracolme!

L’evento, articolato in un solo pomeriggio, ha avuto un’organizzazione molto buona con un sacco di persone impegnate. Le sessioni di approfondimento erano tantissime, con ovvia concorrenza tra di loro, è stato difficile scegliere quale seguire. Alla fine ne ho seguite tre tra le quali le due più interessanti sono state quelle relative alla crittografia: instant messaging ORT (Off-The-Record) e la sicurezza dei WiFi.

Ovviamente sono uscito di lì con una maglietta, una spilla, un CD di Ubuntu 8.04 (anche se tra 3gg esce la versione 8.10) e un po’ di appunti.

Adesso arriviamo a cosa non mi è piaciuto molto… innanzitutto, carissimi estimatori di Linux, non esiste solo questo sistema operativo al mondo, anzi, molta gente usa ancora Microsoft o Apple. Quando mi dite che non sapete nulla di Windows, come se vi avessi chiesto di andare a toccare un lebbroso, mi fate un po’ ridere. Secondo me è importante conoscere un po’ tutta la realtà (e se parli di Pidgin, la realtà è che si chatta tra PC che hanno sistemi operativi diversi tra loro) e poi impegnarsi su uno di questi, quello che piace di più.

Poi, quando si parla di hacking delle reti WiFi (con crittografia WEP), secondo me è importante, anzi, IMPORTANTISSIMO dire subito che è un’attività illegale, non annegato in mezzo a tutte le parole che si fanno mentre si dimostra come si prendono i pacchetti ARP (spiega cosa sono, non dare per scontato che la gente sia “tutta imparata”).

Ultima cosa, non meno importante, ma credo di difficile soluzione: le aule erano un po’ troppo piccole, forse, per i prossimi anni si dovrebbe cercare un posto un po’ più spazioso, vista la grande affluenza.

Nota personale: ho capito perché la rete FON a Torino non funziona… tutti gli access point che ho visto in giro ieri erano delle Fonera (il router venduto da FON) “sbrandizzate”.

Concludendo, se siete arrivati a leggere fino qui, un bell’evento, interessante, al quale parteciperò volentieri anche i prossimi anni.

Ed io che sistema operativo uso? Vista! Perché uso Vista? Come detto prima, secondo me si deve conoscere un po’ tutto, poi alcune attività che svolgo mi tengono legato a Microsoft: system administrator di reti Microsoft e sviluppo applicazioni Access (sì, è terrbile, ma rifare tutto in PHP o Ruby o in altro è un lavoro tremendamente lungo…). Infine faccio ogni tanto un po’ di montaggi video/foto e non posso certo dire che con Linux questa attività sia facile…

Podcast Day 2008

Sono un ascoltatore di podcast, quindi mi sento assolutamente in dovere di partecipare a questo importantissimo evento.

Non ho trovato 5 podcast da recensie, il tempo è sempre poco e seguire tutti questi podcast è impossibile.

Ovviamente la mia fonte è Gunp, ottimo sito realizzato dal Dok con la mia programmazione preferita. Leggi tutto “Podcast Day 2008”

La pista del Lingotto

Chi vive a torino sa bene cosa è il Lingotto (chi non lo sa può seguire il link) e cosa c’è sopra: una “antichissima” pista per le prove delle vetture. La posta è chiusa da un sacco di tempo ed è stato creato un ristorante lì in cima .

Che voglio dire con tutto questo? Solo che per arrivare su alla pista si deve percorrere una spettacolare rampa elicoidale che ho fatto una volta sola, in occasione del Salone dell’Automobile di Torino (vecchi ricordi). Bene, l’altra sera, con la mia Nuova Fiat 500 rossa ho avuto la possibilità di salire fino su in cima! Spettacolo! Eravamo un gruppo di 8 500 (di cui una splendida Abarth)… qualche foto?

Scusate la qualità, non è un granché

Robocopy – reminder

Visto che me lo dimentico sempre e che alla fine lo uso in una configurazione sola, la stringa del comando è:

robocopy [origine] [destinazione] /E /R:1 /W:1 /SEC

dove

/E: – copia tutte le cartelle e le sottocartelle, anche quelle vuote
/R:1- Se il file non è accessibile riprova una volta sola
/W:1 – aspetta un secondo tra una prova e l’altra per copiare un file
/SEC – si porta dietro le proprietà di sicurezza dei file

Il file si trova nel Resource Kit di Microsoft, altre info qui.

Il duro lavoro del sistemista

comprende, tutte le mattine, da un mese a questa parte, l’attività di “svuotamento secchio d’acqua in locale sotterraneo in cui ci sono dispositivi ad altissimo valore tecnologico

Le ore piccole

Di solito si fanno per andare in discoteca (non ci vado), o in birreria con gli amici, o al cinema allo spettacolo dopo l’ultimo, … Quando si fanno per rimanere in ufficio diventano un po’ meno simpatiche.

Il tutto a causa di un malefico array di 4 dischi SATA in RAID 5 che ha deciso di bloccarsi. Vi indicherei qual è il dispositivo, ma una singola persona di quel produttore ha condiviso con noi il dolore, pertanto non lo reputo così corretto, anche se da loro non comprerò mai più nulla.

Bel ponte in ufficio davvero, ma mi riprenderò le ferie non godute! MWHAHAHA! (risata satanica)

(sì, ho davvero bisogno di ferie…)

Quando i tempi corrono

Stamattina leggevo gli articoli di Punto Informatico, durante la lettura di questo in particolare mi sono messo a pensare (strano che io pensi alle 8 del mattino, ma tant’è)…

Si parla di dischi Blue Ray (usciti non troppo tempo fa) e di protezioni anticopia: “[…] libertà, per gli utenti, di poter riprodurre il film acquistato anche sui vecchi lettori Blu-ray sprovvisti di supporto a BD+[…]“.

Ma è possibile che una persona un po’ impallinata che si compra il lettore BR appena uscito (e ci spende un bel po’ di soldi) e dopo qualche mese si accorge che acquistado film originali (spendendo un altro bel po’ di soldi) non li possa leggere perchè il suo lettore è “già vecchio”?

Nota per il lettore: non ho un lettore BlueRay e non ho neanche mai visto un disco BlueRay, fino ad ora…

Il Backup

Tape

Ti accorgi di avere un software di backup che fa schifo se per fare il restore di un DB su un altro server per vedere una tabella vecchia devi:

  • fermare tutti gli utenti o lavorare di notte;
  • fare il backup della produzione attuale, senza usare il software di backup, a mano e su un disco abbastanza capiente;
  • fare il restore del DB vecchio sul server produttivo;
  • spostare a mano il DB appena recuperato su un altro server
  • fare il restore a mano del backup reale di produzione

Ma alla fine… quanto è orrido ARCServe??

Errori buffi

Palmare nuovo di pacca (DELL Axim), ho appena fatto un po’ di prove con l’antenna GPS bluetooth che ho spento poco fa. “Bling!” un messaggio sul palmare. Eccolo qui sotto

Errore GPS

Allora ho cercato il programma per fare gli screenshot del palmare per poterlo riportare sul blog.

Insomma… mi ha fatto divertire!

Font

Si sa che quando ci si trova a dover scrivere un biglietto, un invito o una cosa del genere non si trova mai il font adatto (quelli standard di Windows sono davvero pochi e troppo standard). Se siete in questa situazione potete cercare in questo enorme archivio. L'unico problema è che perderete un sacco di ore a guardarli tutti…

La cartella condivisa nascosta

Chiunque abbia lavorato in una rete costituita da PC con sistemi operativi Windows avrà notato che sfogliando le risorse di rete si possono vedere tutti i pc accesi e connessi con tutte le loro condivisioni. C’è però un modo per nascondere alla vista di tutti un pc o una cartella condivisa: è sufficiente mettere al fondo del nome del PC o del nome della condivisione il carattere “$” (senza virgolette ovviamente). In questo modo l’unico modo per accedere alla condivisione è aprire il menu Start, selezionare la voce Esegui e scrivere “\\[nome_del_pc]\[nome_della_condivisione]” (senza virgolette), e poi cliccare sul pulsante Ok o premere il tasto INVIO

Se sfogliate la rete con un PC Linux le cartelle con il “$” al fondo saranno tutte visibili, in ogni caso.